MiniGolf

social pirata:


Che cos’è il minigolf e come nasce?

La sua storia ha inizio nei primi anni del ventesimo secolo negli USA e veniva chiamato “miniature golf”, era estremamente simile al suo padre originale, sia per i ferri utilizzati che per le regole. Negli anni venti e trenta iniziarono a comparire i primi ostacoli e le prime sponde e l’erba venne sostituita da un tessuto pressato che permetteva di giocare anche in caso di pioggia. Inizialmente anche le caratteristiche dei campi erano simile al golf tradizionale, ma con il passare del tempo si iniziarono a pensare percorsi sempre più divertenti, con piccoli saliscendi, qualche “pericolo” in più per la pallina e molto divertimento per tutta la famiglia.
Se vuoi avere maggiori informazioni sulla storia del minigolf ti invitiamo a vedere questo interessante articolo su wikipedia

 

Come si gioca a minigolf

Il minigolf è differente rispetto al suo genitore, il golf, per diversi aspetti. Ovviamente in entrambi i casi abbiamo 18 buche e dobbiamo fare buca con il minor numero di colpi.

Nel minigolf non abbiamo i “colpi lunghi” ovvero quei colpi che servono per mandare la pallina lontana per centinaia di metri. Al contrario bisogna acquistare una buona sensibilità per dare la giusta direzione e forza alla pallina.

Al contrario del Golf, qui utilizziamo un solo tipo di mazza e il gioco assomiglia molto a quello che il golfista tradizionale fa quando la pallina arriva sul green. Per questo motivo il minigolf è vivamente consigliato ai golfisti per allenarsi e apportare notevoli vantaggi alla resa sul green.

 

Be Sociable, Share!